BACCHE INCA 

ALCHEKENGI

 

 

un toccasana

per i reni

 

 

 

 

 

L’alchechengi  , o Physalis alkekengi   è una pianta originaria della zona del Caucaso  , molto usata nella medicina Unani  , appartenente alla famiglia delle solanacee .

I suoi frutti sono bacche molto simili a piccoli pomodori dorati  e sono davvero un’ottima fonte di vitamina C ( molto più ricche del nominatissimo limone ) e sono inoltre ricche di sostanze antimicrobiche , antibatteriche e antinfiammatorie.

In genere si possono mangiare fresche ( ma non è facile reperirle ) oppure disidratate  come quelle che vi proponiamo noi ….decisamente buone da mangiare come snack  , dal sapore dolce ma asprigno , sfiziose se bagnate nel cioccolate tipo praline ...e a proposito di questi dolcetti , li abbiamo fatti per voi ....cliccate qui !

 In medicina cinese l’alchechengi viene utilizzata correntemente contro la ritenzione idrica ,  proprio per le sue spiccate capacità di indurre la diuresi , ma anche nel trattamento di calcoli renali   (  merito degli  acidi ivi contenuti )  , gotta e reumatismi ,  tutti problemi causati da un eccesso di acido urico ……Il merito sta tutto  nel  misto  di tannini, vitamina C, acido citrico e zuccheri contenuto nella pianta.        

Effetto davvero interessante : l’alchechengi è in grado di ridurre la quantità di acido urico presente  nel sangue e ne favorisce l’eliminazione attraverso l’urina. 

E’ stato accertato che contiene : 

- physalina (dalle proprietà antimicrobiche e antibatteriche),

- etilcaffeato (importante antinfiammatorio in grado di

          aiutare il fegato),

- vitamina C   (quasi il doppio del limone),

- tannini

- mucillagini 

Può essere considerata proprio come “ un’aspirina naturale “ e addirittura  può essere usata come integratore unico di vitamina C o acido ascorbico …sappiamo inoltre che la  vitamina C stimola la produzione di interferone, una sostanza antivirale che diminuisce la durata e l’intensità di raffreddore, influenza e di tutte le infezioni . ed ecco perche agisce così efficacemente per la prevenzione delle infezioni alle  vie urinarie.

E’ un antidiarroico e le sue proprieta’ astringenti  hanno origine dal contenuto di tannini e di mucullagini .

Le bacche dell’Alchechengi  sono di un colore bello dorato ,  indice di un alto contenuto di carotenoidi , quindi perfette alleate di una bella abbronzatura !

 

MODO D'USO

 

Per sfruttare al massimo le proprietà diuretiche dell’alchechengi  , oltre a consumare 15 gr. al giorno  di  frutto / bacche  essiccate , ottimo come snack spezzafame ,   si può preparare   un decotto con 15  grammi di bacche secche  per ogni litro d’acqua. Fare bollire per 5 minuti e poi lasciare  per 10 minuti in infusione: 3-4 tazze al giorno possono bastare.    

Le nostre bacche Alchechengi sono biologiche , la loro provenienza è l’ Equador . Confezione di 250 gr. in cartone uso alimentare riciclabile e compostabile , perfettamente e comodamente richiudibile .

 

Per acquistare le nostro buone Bacche Inca cliccate qui

Per acquistare i nostri dolcetti di bacche Inca ricoperti di pasta di cacao crudo in forma di pepite cliccate qui

 

 

I vostri dati con noi sono al sicuro. L'iscrizione alla nostra newsletter significa essere informati sulle novita' del settore alimentare naturale, indiano e ayurvedico.

I vostri dati rimarranno esclusivamente nel nostro archivio.

Grazie mille per l'adesione !